Post in evidenza

REVIEW PARTY: RECENSIONE " L'AMORE A MODO MIO " DI KATE STERRITT

mercoledì 29 giugno 2022

REVIEW PARTY: RECENSIONE " L'AMORE A MODO MIO " DI KATE STERRITT

 

TITOLO: L'amore a modo mio

AUTORE: Kate Sterritt

EDITORE: Heartbeat edizioni

GENERE: romance

PREZZO: 3,49

DATA: 27 giugno 2022

PAGINE: 273

PERSONAGGI: Emerson

TRAMA: Il suo nome è Emerson Hart ed è l’amore della sua vita. Purtroppo, lui non è l’unico uomo che ama.

Emerson Hart ha un passato doloroso con il suo ragazzo, Mereki, di cui si è innamorata anni fa mentre dava sfogo alla sua arte nella loro piccola città. Anni dopo, si ritrova attratta da un art therapist di nome Josh, e comincia a sentirsi combattuta tra i due uomini.

Se da un lato Josh con la sua gentilezza e i suoi modi di fare affascinanti rappresenta l’uomo ideale, dall’altro il suo cuore non può fare a meno di restare ancorato all’amore per Mereki.

Una storia di conquista e rinascita, sullo sfondo di un triangolo amoroso con un epilogo che vi stupirà.

LINK D'ACQUISTO: https://www.amazon.it/Lamore-modo-mio-Kate-Sterritt-ebook/dp/B0B4GKVY7Z/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=ZWB088Z8GKI2&keywords=kate+sterritt&qid=1656499363&sprefix=kate+sterritt%2Caps%2C234&sr=8-1

RECENSIONE:

Buon pomeriggio, Stelline, eccoci con una nuova recensione per Heartbeat Edizioni, non è passato molto dalla loro ultima uscita e sono qui per proporci di nuovo una novità super interessante.

Il romanzo è uscito due giorni fa e ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima, si tratta di "L'amore a modo mio" di Kate Starritt, un romance che si dipana a partire da bambini, per passare allo young adult fino ad arrivare e concentrarsi nel presente contemporaneo.

La scrittrice in questione è esordiente in Italia, e devo dire che la cover ha avuto quell'incentivo in più nello lanciarmi, perché è tenue e sognante, fresca e soave, quindi ero super curiosa di scoprire questa nuova penna, del resto ormai sapete che leggo tutti i romanzi sfornati da questa CE e credetemi che - certo non tutti soggettivamente hanno lo stesso valore - non mi hanno mai deluso neppure una volta.

Proprio per questo quando mi hanno proposto la lettura non solo non ho esitato un attimo ma soprattutto non ho voluto neppure leggere la trama, di conseguenza quando mi sono trovata a leggere un'opera che si è rivelata più che particolare, la sorpresa è stata doppia.

Come avrete capito dalla trama racconta di un triangolo amoroso, ma, attenzione perché c'è un ma grande come una casa, non sarà la solita storiella della donzella contesa tra due uomini, mi dispiace tantissimo non potervi dire di più ma davvero il romanzo sarebbe totalmente rovinato con questo spoiler, eppure credetemi che non potreste mai immaginare cosa si celi dietro le pagine di questa storia.

Quindi non solo Romance ma anche triangolo, con un pizzico di angst, dato che la situazione mette davvero tensione fino a un certo punto, perché poi capirete dove vi porterà il cammino, in più una sensualità molto accennata e un parte spiritual e introspettiva di cui credetemi non posso dire di più.

La protagonista, Emerson, tra passato e presente, tutto attraverso il suo pov, ci racconterà la sua storia.

Emerson non ha mai avuto una vita facile ma ha trovato riparo nell'arte e soprattutto in Mereki, il suo migliore amico, finché durante l'adolescenza con loro sono cresciuti anche i loro sentimenti, diventando molto di più che semplici amici. Mereki da quel giorno è stato la sua àncora e la sua luce. Eppure la ritroviamo oggi dilaniata da un sentimento incrinato, ama ancora da impazzire il suo primo amore ma qualcosa è cambiato e non può più chiudere gli occhi. Le cose si fanno complicate e interessanti quando incontrerà Josh, un art therapist che con i suoi occhi colore smeraldo non solo la sedurrà ma soprattutto sembrerà leggerle dentro.

Ed Emerson si trova di nuovo dilaniata, da una parte non riesce a lasciar andare il suo più grande amore, dall'altra parte non può ignorare l'attrazione per Josh.

Presente o passato? Scegliere la verità o continuare a vivere nell'illusione?

Care lettrici non posso dirvi di più ma credetemi che è tutto da scoprire, non immaginereste mai dove vi condurrà questa storia.

Emerson è una ragazza davvero determinata, eppure mai ribelle, è una ragazza forte, eppure anche lei toccherà il fondo e dovrà trovare la forza dentro di sé di accettarlo, leggersi e risalire.

Entrambe le controparti maschili sono interessanti, in realtà sono molto simili, accattivanti, dolci, rispettosi e protettivi, ciò che li differenzia è l'incontro con Emerson in una fase del suo percorso totalmente diverso.

Mi sono piaciuti tantissimo entrambi eppure ho il mio preferito.

I personaggi secondari sono molto di contorno, tuttavia caratterialmente sono ben delineati, ammetto che mi hanno incuriosito i fratelli di Josh, chissà che un giorno non si potrà leggere la loro storia.

La scrittura è davvero fluida, difatti scorre come un fiume in piena, è curata e attenta, così come sono stra interessanti le tematiche trattate, sono dolorose e seppur romanzate credo che molti nella vita si trovino purtroppo in simili circostanze.

Ciò che ho apprezzato tantissimo di questa storia è la sua originalità, il suo stile, così come appunto gli argomenti, basti pensare al modo stupendo con il quale viene trasmessa la passione e il beneficio per l'arte.

Eppure non posso fare a meno di farvi presente una mia piccola riserva, a parte il tragitto che ha imboccato la trama, che non ho apprezzato al massimo, ma questo è un aspetto soggettivo, anzi sono più che certa che molti invece ameranno quel frangente, ciò che non possono non criticare è il fatto che pur essendo una storia toccante, dolorosa e intensa, personalmente quella sofferenza a me è arrivata solo su carta e non al petto, e credo che il mio non accettare emotivamente alcune svolte e scelte, ma solo razionalmente, sia dipeso proprio da quello: dal fatto che non mi sono arrivate. Secondo me tutto è dipeso da un particolare: in alcuni tratti l'autrice è un po' frettolosa e non si sofferma bene sui dettagli e le sensazioni.

In conclusione, non posso che consigliare questa storia per la sua peculiarità, il suo linguaggio e i bellissimi messaggi esistenziali e culturali, tuttavia con una piccola riserva.

Aspetto il vostro parere su Kalimna - la ragazza cupcake, Ki e Josh.

SERENA★


domenica 26 giugno 2022

REVIEW TOUR: RECENSIONE IN ANTEPRIMA " BACIAMI PRIMA DI ANDARE " DI PAOLA GARBARINO

 



TITOLO: Baciami prima di andare

AUTORE: Paola Garbarino

EDITORE: self publishing

GENERE: new adult

PREZZO: 2,99 - 14,99

DATA: 27 giugno 2022

PAGINE: 300

PERSONAGGI: Aurelio, Enea e Mina

TRAMA: Scivolai silenzioso verso la stanza degli affreschi, per spiare un’ultima volta la ragazza che era entrata nelle mie fantasie, fantasie che sapevo non avrei dovuto alimentare.
Il mio demone personale.
Con le fattezze di un angelo preraffaellita.
Un angelo.
Forse un tempo lo ero stato anch’io ma poi ero caduto, bruciandomi le ali, e portando devastazione intorno a me.
Era il momento di provare a volare di nuovo, anche con le ali bruciate.
Genova.
Un convento carmelitano.
Un affresco del Cinquecento.
Una ragazza che lo restaura, ma che non sa rimettere insieme i pezzi del proprio cuore.
Un ragazzo che torna dall’Australia, ripiombando nella vita di lei, lui e la sua fobia degli insetti e il desiderio di riallacciare una storia rimasta in sospeso.
Un altro ragazzo, misterioso, che sfugge da un ingombrante passato da peccatore, e ora vive in quel convento e ha bisogno che gli venga restaurata l’anima.
In un’epoca storica provata dalla pandemia, che cerca di sanare le proprie ferite, tre anime spezzate in modi diversi, tre vite che si intrecciano in cerca di redenzione.
Un’altra storia d’amore e di ombre, appassionata e intensa, dalla penna dell’autrice di Baby Don’t Cry e Crazy For You, che hanno venduto migliaia di copie.

RECENSIONE:

Buon pomeriggio, Stelline, sono qui per una nuova recensione, questa volta in super anteprima, dato che il romanzo sarà online da domani, si tratta di "Baciami prima di andare" di Paola Garbarino. Ancora una volta mi trovo a ringraziare con tutto il cuore l'autrice per la fiducia e la disponibilità che mi dona sempre, non so se si può comprendere quanto valga per me, perché ormai molti di voi lo sapranno per me Paola è Lei! Lei chi? La regina delle mie sognatrici, la mia autrice del cuore, e ogni volta, lo ammetto, con le sue recensioni vado un po' in crisi, non so se sono all'altezza, non so se ho gli strumenti per poter fare arrivare quanto trasmettano i suoi romanzi, posso essere ripetitiva, posso sembrate una fungirl impazzita, ma davanti ai suoi romanzi riesco a fare parlare solo l'anima, so di essere anche oggettiva, perché la Garbarino è indubbiamente un'autrice dal talento grandissimo, ma so anche che dalla miei parole trasuda sempre tanto trasporto, del resto credetemi se esistesse un'anima gemella letteraria non ho dubbi che lei sarebbe la mia. Sono qui davanti all' tastiera, ho mille idee in testa eppure so che non basteranno, del resto come si fa a spiegare l'amore? Eh sì io amo i suoi romanzi ed è difficile raccontare il maremoto che ho dentro perché è ineffabile, così come è difficilissimo raccontare l'amore che lei delinea, descrive, o meglio fa palpitare tra le sue righe, perché ne dona talmente tante sfumature diverse e intese che rimango senza parole.
Ormai è risaputo che ho letto tutti i suoi romanzi, che da quando ho scoperto il suo primo testo per caso non lo più lasciata, ma soprattutto che anno dopo anno nessuno ha scalfito il suo podio nel mio cuore, so bene potrebbe sembrare una sviolinata la mia recensione, ma so per certo che chi ha già avuto il piacere di leggere le sue opere non mi può dare torto. Mentre leggo i suoi romanzi, si forma un magma nello stomaco, come farfalle impazzite che sbattono le ali, e quel magma scende e sale, arriva fino a strozzare la gola, tortura il cuore infiammandolo, riscalda i sensi stuzzicandoli, ma soprattutto si fonde in un'unica fiamma con l'anima del lettore, che non può fare a meno di sentire sulla pelle tutto ciò che provano i suoi protagonisti.
Vi dico la verità, sinceramente io prima di leggere questa storia non ho neppure letto la trama, sapevo solo che sarebbe stato un mare stupendo, profondo e rigenerante, e non volevo sapere nulla del fondale, con un tuffo avrei scoperto i suoi tesori con la meraviglia negli occhi, e così è stato. 
Come sempre la copertina e il titolo sono significativi e hanno qualcosa che rimanda immediatamente a lei e al suo stile, e fanno da cornice a pagine e pagine da divorare e scolpire, dipingere e trascrivere nel petto, vi basti pensare che nonostante il romanzo come sempre sia abbastanza corposo, l'ho divorato in meno di ventiquattro ore, anzi divorato non è il verbo giusto, perché l'ho gustato, vissuto, incollato a me come una doppia pelle, l'ho fatto mio e assorbito, tutt'ora sono qui a scrivere eppure ho un'agitazione addosso che non potete immaginare, la gola di serra e dita sono anchilosante e ho ancora le lacrime agli occhi, per ciò che ha narrato, per i sentimenti che trasmette, per ciò che mi fa provare fin dentro le viscere, strisciando sotto l'epidermide.
Mi viene anche da piangere perché mi sembra di non riuscirvi a spiegare la portata di quest'opera, il talento della sua autrice, la profondità dei messaggi che veicola, vorrei essere una scrittrice solo per farvi arrivare con le mie parole la gemma nascosta tra i capitoli di questo nuovo gioiello, e forse questa recensione sarà un vero delirio, però spero che almeno vi arrivi tutto il travolgente coinvolgimento che Poala con la sua penna riesce a innescare.
Ogni volta vi dico che è davvero il libro più bello che ha scritto, ed è così da un certo punto di vista, perché ogni sua storia è unica non si può catalogare, comparare o classificare, ogni sua storia è unica e diversa, eppure conserva impressa in sé l'essenza della sua ideatrice, che ogni volta pur facendo magie da anni, si spinge sempre oltre regalandoci - perché si i suoi romanzi sono un dono - storie sempre più belle, introspettive, sentire e stordenti, così come i suoi personaggi; perché spezzano il fiato talmente sono veri, concreti e reali.
Come avrete capito uno degli aspetti che amo di più dello stile di Paola Garbarino è il suo essere sempre se stessa al contempo rinnovandosi, nelle sue storie è infatti facile trovare sempre la sua Genova, viaggi all'estero o culture da scoprire, arte in tutte le sue forme, musica, tanta, nella playlist, avvinghiata alla struttura degli eventi, e ancora a marcare alcuni momenti a inizio capitolo, e ancora amori giovanili, tormento, dolore e nuove scoperte, primo baci, batticuore, sentimenti travagliati che spesso nascono dalle amicizie e fanno giri immensi, eppure ogni volta in maniera incredibile li traduce in modo diverso, innova, trasforma, rinfresca, ti fa innamorare ogni volta di quella città o di un tipico trope, eppure ogni volta credetemi ogni personaggio e storia sono completamente diversi e agli antipodi, difatti ognuno di voi avrà i suoi preferiti, ma ogni volta anche i nuovi arrivati metteranno dimora nel vostro spirito.
Baciami prima di andare è uno stupendo new adult, che tocca nei ricordi anche lo young in maniera delicata ed emozionante, e ancora c'è una bella dose di angst, di spicy e di drama, di Friends to lovers e molto altri elementi che non potrete mai immaginare, non svengono svelati nella trama ma credetemi sulla parola, sono originali, trattato con tatto e accuratezza, argomenti esistenziali e attualmente sociali, vorrei dire tutto eppure non posso, ma cercherò ugualmente di incuriosirvi e farvi arrivare un pizzico delle specialità che cela questo scritto, anche perché sarò sincera non so se sia una sensazione soggettiva ma in questa vicenda ho sentito ancora più forte il cuore dell'autrice pulsare dietro allo schermo del Kindle, Paola ci mette sempre del suo nelle sue storie, non solo cuore e anima, ma anche il suo vissuto, le sue conoscenze, i suoi sogni, i suoi trascorsi, seppure magari tutto romanzato, si sente tutto, questa volta, al di là proprio della storia in sé è come se la scrittrice a mio avviso fosse stata ancora più coinvolta, non fraintendetemi non che negli altri non lo sia ma non so mi è arrivata tanta malinconia, insegnamento, speranza, amore e dolore, avvinti in una stretta mortale e salvifica.

La trama dice tutto e non dice niente, nel senso che stuzzica, è intrigante e ammaliante, eppure giustamente non può fare spoiler, ma c'è molto molto di più. Avrete capito che i personaggi sono tre, in realtà, non è un segreto, guardando l'indice suo finale ci farà una sorpresa ma sta a voi scoprirla, questa è la storia di tre giovani: Mina, Aurelio ed Enea, ma e anche un po' la storia dei loro amici e dei loro genitori, anche se i protagonisti sono tre quelli di cui ho sentito di più la voce sono stati Enea e Mina, e sopra a tutti lei, perché è il centro di tutto, da dove partono e convergono tutti i risvolti, eppure se mi chiedeste chi è stato il mio personaggio preferito direi Aurelio, lui quasi sullo sfondo spesso diventerà una figura indispensabile, ma soprattutto quando chiuderete il romanzo, almeno per me è stato così, non ho potuto fare a meno di vederlo per quello che era, un vero angelo, che ama, rispetta, attende e protegge. Sebbene tutti e tre soffriranno da impazzire, lo faranno per motivi diversi.
Mina è una restauratrice che sta per laurearsi, Enea un disegnatore che ha perso la sua arte, e Aurelio si sfoga sulla chitarra e sta facendo praticantato come legale.
Cosa li lega a parte l'amore per l'arte in ogni sua forma?
Mina conosce Enea in un convento, dove lei sta restaurando un'opera, lui ci vive lì, e come i martiri sta scontando la sua pena, anche se davanti agli occhi fiordaliso di Mina capirà di essere giunto a una svolta. Mina è subito incuriosita da quel ragazzo bello come la statua pregiata di un talentuoso scultore, eppure nei suoi occhi c'è sempre non solo un velo di mistero ma di malinconico dolore. Proprio in quel momento a ingarbugliare ancora di più il cuore di Mina, lacerato da una vita che le ha donato tantissimo ma che le ha anche strappato il cuore in due, tonerà dall'Australia il suo migliore amico, il suo primo amore, il suo vicino di casa, la sua àncora affondata, e pretenderà un confronto al quale lei forse non sarà mai pronta, finché non si leggerà nel profondo.
Loro tre sono estremamente diversi eppure hanno qualcosa in comune sono tristi insoddisfatti devono fare un percorso per ritrovarsi e trovare l'amore, ma chi sarà la controparte, chi finirà con il cuore non solo spezzato ma dilaniato in polvere?
Mina è schiacciata da un senso di colpa, che forse ha pure intessuto per paura di perdere molto di più, Enea fugge da un passato di cui è stato fautore, che pur avendogli insegnato tanto vorrebbe solo cancellare, anche perché a causa di quel passato forse lui ha perso la sua unica occasione e adesso cerca la redenzione, e poi c'è Aurelio vittima di decisioni altrui, di suo padre, del destino, della sua ragazza, eppure non molla mai.
In una Genova moderna, post pandemia si ritroveranno tre anime perse per motivi diversi, per affrontarsi, affrontare la vita e le loro scelte, e forse solo allora guardando in faccia la realtà, e leggendosi dentro, amandosi anche per i loro errori ed essere rimasti in piedi, forse solo allora troveranno salvezza e felicità, tutto racchiuso in unica unica parola: l'amore.

Care lettrici, non posso dirvi altro, così ha deciso la quarta di copertina, credetemi che pur avendo uno sviluppo molto graduale ed equilibrato non mancheranno i colpi al cuore e le sorprese, quindi non privatevene.
Come avrete già intuito ho amato tutti i protagonisti, anche quelli che non posso citare.
Mina è una ragazza semplice, sensibile, davvero speciale, delicata e altruista, ma non manca di avere la battuta pronta di essere simpatica e agguerrita oppure determinata quando serve, ho amato il suo modo di saper guardare oltre, anche se a volte non ha avuto il coraggio di cercare in se stessa.
Così come Enea, anche lui farà un percorso stupendo, e anche di lui attraverso flashback scoprirete trascorsi inimmaginabili, mi è piaciuto tantissimo quanto sia stato fallace e umano, quando ha saputo lavorare su se stesso per migliorarsi e promettersi quasi l'impossibile riuscendoci.
E poi abbiamo Aurelio, lui sembrerebbe quello che non si deve lamentare di nulla, tutte lo hanno sempre voluto, ha viaggiato, è benestante, intelligente, realizzato, ma cavolo che dolore quando entrerete nel suo cuore e capirete quando un cuore anche giovane possa amare, uno di quegli amori che non mutano ma anzi si rafforzano, uno di quegli amori che sono talmente forti da fare male, uno di quegli amori che ti cacciano indietro le parole pur di fare stare bene, tranquilla e sicura lei e solo lei, sempre e solo lei.
Oltre a loro ovviamente ci saranno le famiglie e gli amici, e non ho portato fare a meno di notare quanto abbia messo a confronto tre padri e tre madri completamente diversi, potrei dire anche quattro, spesso anche fallaci, ma perché umani, perché anche i genitori per il bene dei fogli spesso sbagliano e come ci fa vedere possono farlo in modi diversi.

Questo romanzo scritto non solo con una penna coinvolgente, fluida e sentita, ma anche angosciante, seducente, tormentata, e ancora veemente di struggente espressività ci racconta non solo una o forse più storie d'amore, ci racconta di una pandemia che ha devastato e ribaltato il mondo, argomento che ho apprezzato tanto dato che è il primo romanzo che ne fa cenno, e ancora crescita, adolescenza, scelte, errori, perdita, abbandono, arte, musica, fobie, ma soprattutto colpa, perdono, peccato, salvezza, fiducia e redenzione, insicurezze e speranze, e ammetto che spesso sono collegati anche a un tratto religioso, di cui non voglio svelare nulla anche perché credo che l'interpretazione sia molto soggettiva, tuttavia tranquilli è tutto molto distribuito nel libro e molto rispettoso soprattutto.

Un romanzo che già al 10% mi stava togliendo il respiro per l'ansia, una storia che tratta tematiche forti e sentite, impegnate e peculiari, un amore giovanile sconquassate, ma soprattutto un gioco tra luci e ombre, amare e amarsi, volersi ma farsi male.
Perché dobbiamo ricordarci che se non siamo i primi ad amarci, spesso saremo noi la causa della nostra infelicità, allontanando tutti e punendoci, dimenticando che siamo umani, che a volte siamo noi che pur amando la luce e chi la genera scappiamo per paura di essere visti, salvati, per timore di farci ancora più male uscendo da quel bozzolo e mostrandoci, anche se chi ama davvero non se ne va mai, anche se significasse venire a cercarci in quell'oscurità.

Grazie Paola per farmi sentire ogni volta viva e per ricordami perché ho fatto della lettura una parte fondamentale della mia vita.




SERENA★


sabato 25 giugno 2022

REVIEW PARTY: RECENSIONE " BACIAMI SOTTO LA PIOGGIA " DI BENEDETTA CIPRIANO E SILVIA BONIZZI


TITOLO: Baciami sotto la pioggia

AUTORE: Benedetta Cipriano e Silvia Bonizzi

EDITORE: More Stories

GENERE: new adult

PREZZO: 2,99 ebook - 13,99 cartaceo

DATA: 17 giugno 2022

PAGINE: 388

PERSONAGGI: Meryl e  Mason

TRAMA:

Mason Harris, occhi verdi come due pietre di giada, capelli neri come l’inchiostro e un sorriso sfrontato per cui è fin troppo facile perdere la testa. Non ha mai pensato di volersi legare a qualcuno, fino a quando il suo sguardo non è scivolato su di lei.
Lei con la sua bellezza eterea, il suo fascino irresistibile e il suo profumo unico.
Meryl Hart è un mix perfetto di sensualità e incanto e per lui è puro magnetismo.
No, non è un’avventura. Non è un fuoco destinato a consumarsi velocemente, divampa e brucia ma Mason non è pronto a scottarsi.
Lui la vuole. Lui la rifiuta. Lui la desidera. Lui la allontana.
Lui brama il suo tocco. Lei è diventata quella droga di cui non riesce più a fare a meno.
Avrà il coraggio di smettere di fuggire e di arrendersi all’inevitabile?
Questa è la storia di un amore giovane e travolgente che cresce inconsapevole superando ogni barriera. Che inizia silenzioso e che poi esplode nel cielo come un magnifico fuoco d’artificio. Che come un uragano spazza via ogni incertezza, lasciando spazio soltanto alle emozioni.


RECENSIONE: 

Buon pomeriggio, care Stelline, è uscito circa una settimana fa, ho avuto l'onore di leggerlo in anteprima e finalmente sono qui per parlarvene, si tratta non solo dell'ultima meravigliosa uscita firmata da More Stories, ma soprattutto della nuova pubblicazione del fantastico duo di autrici formato da Benedetta Cipriano e Silvia Bonizzi, che ci hanno regalato l'indimenticabile storia di Meryl e Mason in "Baciami sotto la pioggia". 
credetemi che sono ancora senza parole, nonostante sia passato qualche giorno e nonostante fossi preparata alla loro bravura, non ho ancora trovato le parole giuste per esprimermi per rendere giustizia a un simile gioiello, perché credetemi lo è, è un diamante che brilla in stile, sentimenti e originalità, è una perla rara, uno smeraldo verde in cui perdersi, verde mare come le acque dell'oceano in cui rinfrescarsi, e verde come il prato degli occhi dello stupendo protagonista.
Sinceramente adoro i romanzi di More Stories, tutti diversi, freschi e intesi, e questa credo sia una delle cover più belle in assoluto, ha dei colori che catturano e incantano, così come il titolo, ne vogliamo parlare? Appena l'ho saputo non ho potuto fare a meno di interrogarmi su cosa significasse per la storia e non vedevo l'ora di scoprirlo, così è stato un viaggio fantastico, un'esperienza inimitabile, un percorso che ho fatto per mano con i suoi protagonisti e le sue meravigliose autrici. Conoscevo già sia la penna della Cipriano, che quella della Bonizzi, che lasciatemi dire sono superlative: precise, curatissime, che hanno sempre l'attenzione non solo al particolare ma anche a elementi che diventano simboli nella trama, riescono a fondere come in una dolce cioccolata calda l'intensità dei sentimenti con la delicatezza del loro tatto sensibile, le loro storie straziano, toccano l'anima, scavano nel profondo, scoperchiano vasi per riaggiustare pezzi di cuori persi nel profondo, ma soprattutto si sente quanto le stesse scrittrici ci infondano l'essenza della loro stessa esistenza.
Copertina bellissima, titolo empatico, scrittura fluida e travolgente, e della trama e dei personaggi cosa possiamo dire? Mi hanno risucchiato, rubato il cuore, abbracciato e aperto un universo di luci e ombre, colori e sfumature, basti pensare la storia è bella corposa eppure l'ho letta in una giornata, e senza affannarmi, pur toccando tematiche profonde sanno essere esaustive senza essere pesanti, sanno approfondirle facendole arrivare però con delicatezza e rispetto, i loro romanzi non solo sono piacevoli e incantevoli, insegnano tanto, lasciano un buco nel petto colmato da una dolcissima nota di serena speranza.
La storia che ci hanno proposto questa volta è un new adult tratteggiato alla perfezione, e non solo, una chicca della categoria small town, credetemi che vorreste patire e volare a Gold Lake, peccato sia un'altra gemma preziosa dell'immaginazione delle due creatrici.

Questa è la storia straordinaria di Meryl e Mason, due ragazzi appena ventenni che hanno già conosciuto inferno e dolore, lacrime e insofferenza, ma che insieme conosceranno l'amore.
Sarò sincera sullo sviluppo strutturato in crescendo seguendo un perfetto equilibrio della narrazione potrei e vorrei dire mille cose, c'è tantissimo dentro a queste pagine, capitoli che si divorano riga dopo riga assuefatti dalla sua bellezza, tuttavia rispetto la decisione della quarta di copertina di non rivelare i fulcri attorno a cui ruota tutto, e credetemi che sono non solo particolari, ma analizzati con dovizia così come sono scandagliati gli animi di menti tormentate dal cuore sottosopra.
Mason in apparenza sembra il solito ragazzo bellissimo, occhi verdi, sicuro, mille avventure da una notte, ma nasconde non un mondo, ma un intero universo dentro di lui, un universo che ha sempre tenuto sottochiave tra dubbi e paure, ma quando incontrerà Meryl non ci sarà più scampo, un fulmine colpirà la loro stabilità, perché si attirano come calamite e si capiscono anche senza parlare, perché sono più simili di quando avrebbero mai immaginato, perché sono rotti e spezzati ma unici e speciali.
Mason però vorrebbe opporsi non vuole fare e farsi male, ma quando l'uragano ti travolge puoi solo provare a lasciarti trasportare dalla sua corrente. Così Meryl non è poi molto diversa da lui, un'anima pura e sensibile che ha perso fin troppo.
Il loro amore li spiazzerà e si imporrà su ogni ostacolo, e saranno tanti, fantasmi del passato e minacce presenti, eppure quando il fuoco divampa non solo nel corpo ma soprattutto nei cuori, si sa, impossibile è fuggire, impossibile domarlo, impossibile non rimanerne ammaliati richiamati dalle sue stesse fiamme.

Care Stelline, vi ho incuriosite? Spero di sì anche se purtroppo le mie parole non so se saranno in grado di rendere giustizia a quest'opera talmente sfaccettata che racchiuderla in una recensione è come spiegare l'ineffabile.
Ho adorato in egual modo entrambi: mi hanno sorpreso dall'inizio alla fine.
Lei è decisa e determina, sicura e arguta, eppure tra le mura delle sua casa e della sua testa è uno spirito sensibile e vulnerabile che lotta con fantasmi che non le fanno tregua.
In egual modo non si può non innamorarsi di Mason, lui è stupendo dentro e fuori, perché non è solo tenebroso, affascinante e sexy, no, non basta, lui è dolce, rispettoso, passionale, travolgente, ma soprattutto nasconde dei timori e dei trascorsi che vi penetreranno nello sterno per farvi sentire tutte le sue insicurezze.
Il loro legame spezza il respiro, perché con una penna elegante e maliziosa le due autrici sanno dosare passione, romanticismo, sofferenza e una bellissima introspezione profonda ma sempre chiara.
Oltre a loro non posso non citare i personaggi secondari, perché metteranno dimora nella vostra ragione, dando un significato maggiore alla parola famiglia e amicizia, ci si emoziona del rapporto che hanno con la zia e con il fratello, tutti noi dovremmo avere accanto persone simili.

Baciami sotto la pioggia è una storia che però non parla solo d'amore, di amicizia, di amori giovani, istintivi e freschi e di amicizia, ma ci parla soprattutto di traumi e di paure, di fiducia e di perdono, della paura di venire giudicati, non capiti o abbandonati, ma c'è anche la speranza, l'accettazione, la rinascita, la riscoperta, il desiderio e la liberazione, perché Silvia e Benedetta ci insegnano a non nasconderci, a farci forza su ciò che di brutto abbiamo affrontato, a fare delle nostre fragilità i nostri pregiati punti di forza, ci spingono a vivere e a lasciarsi andare, ad affrontare le paure, a lasciarsi bagnare dalla pioggia rigenerante per spiccare il volo in un cielo di spensieratezza, per guardare da lassù da dove siamo partiti.




SERENA★





REVIEW PARTY: RECENSIONE " IL SUONO DELLA PIOGGIA " DI ALEXANDRA ROSE

 


TITOLO: Il suono della pioggia

AUTORE: Alexandra Rose

EDITORE: self publishing

GENERE: Mm Music Romance

PREZZO: 1,99 ebook - 15,08 cartaceo

DATA: 23 giugno 2022

PAGINE: 372

PERSONAGGI: Sean e Darrell

TRAMA: Questo è il volume conclusivo della Poison Dust Series, ma non è necessario aver letto prima Il suono della neve e Il suono del vento per comprendere gli avvenimenti.

Sean Harris, bassista dell’acclamata band Poison Dust, ha trascorso la sua vita nel timore di essere giudicato. La musica è da sempre la sua unica alleata. Infatti, è nel vigore del basso elettrico che raccoglie il coraggio di essere se stesso. Ha una relazione stabile con Jacob, che vive e studia negli USA, e la sua esistenza procede senza intoppi tra le prove e l’incisione del nuovo disco.
Ma Darrell Evans gli confessa di essere innamorato di Daisy, la promessa sposa del vocalist. E gli chiede di mantenere il segreto. Sean gli starà vicino per aiutarlo a superare l’amore non corrisposto, tuttavia la sua decisione porterà conseguenze che nessuno aveva previsto. Quella tranquillità apparente verrà stravolta da una tempesta. Una tempesta bellissima ma inaspettata. Proprio come la pioggia d’estate.

ESTRATTO:
Lui non ci pensò nemmeno un attimo. Gli posò le mani sulle spalle e lo attirò a sé, stringendolo forte. I suoi gesti erano manovrati dallo stesso senso di protezione che aveva avvertito quando Sean era stato male.
Le sue braccia gli cinsero la schiena, le dita si intrufolarono tra i capelli. Darrell chiuse gli occhi, sopraffatto dall’emozione che provava nell’averlo così vicino. Lo sentì tremare nell’abbraccio.
Poi Sean gli avvolse il busto, aggrappandosi a lui come se fosse la salvezza dalla morte.
Darrell continuò a stringerlo. Entrambi erano in ginocchio sulla sabbia fredda e umida, con i busti incollati in un abbraccio quasi soffocante.
Non lo avrebbe lasciato andare.

Poison Dust Series:
Il suono della neve - 31 maggio 2021
Il suono del vento (novella) - 18 gennaio 2022
Il suono della pioggia - 23 giugno 2022 


RECENSIONE: 

Buon pomeriggio, Stelline, eccomi con una nuova recensione, un romanzo a cui non avrei mai potuto dire di no, perché di questa autrice io ho letto tutto, fin dal primo romanzo e non me ne sono mai pentita, anzi ogni volta è una scoperta e un rinnovamento, è una scrittrice che sa cosa sta facendo e lo fa benissimo, eppure non esita neppure a metterci il cuore, tutto, e in questi anni, pur mantenendo uno stile che a mio avviso la contraddistingue, molto sentito, dolceamaro, delicato dai contorni classici eppure fautore di emozioni travolgenti, sto parlando di Alexandra Rose, la mia Alex, che con la serie The Poison Dust Series si è davvero superata.
Per chi non conosce l'autrice deve rimediare, anche perché sono sicura che ci riserverà altre sorprese, in più pur essendo una scrittrice romance ama varie sfumature, sempre trattate con cognizione, lei studia e ama ciò di cui parla.
Due anni fa è nata questa serie music romance, che nel primo volume Il suono della neve ci raccontava la storia del frontman e di Daisy, poi c'è stata la novella che ha visto come protagonista Liam e Sophie, Il suono del vento, non voglio dirvi troppo perché se non li avete letto dovreste recuperare, e adesso, è uscito il nuovo e ultimo volume "Il suono della pioggia" la storia di Sean, il bassista, e di... Darrell, il batterista, ebbene sì, rullo di tamburi non è un mistero che questo romanzo sia un Mm, e io credetemi ho fatto i salti di gioia, non potete capire l'emozione, ho avvertito tutto il sentimento che la scrittrice ci ha infuso, la storia che racconta non è una semplice storia è un messaggio e un insegnamento, così come i protagonisti non sono semplici personaggi tratteggiati seppure alla perfezione, perché non sono mai tracciati come stereotipi o superficiali, loro è come se prendessero vita sono talmente reali che tolgono il fiato: le loro emozioni si sentono sulla pelle, il loro dolore acceca, il tormento distrugge le viscere e l'amore, beh, quello batte forte e sfonda la gabbia toracica.
Adoro questa scrittrice perché nei suoi romanzi si sente la cura e l'attenzione che ci mette, sono precisi e corretti in ogni frangente, cerca di creare vicende strutturate in crescendo che però fin dalla prima riga intrigano e trascinano fino a svilupparsi a tal punto da travolgere, ma ciò che mi piace di più è che mi sembra di scorgere la sua persona dietro alla penna: elegante, sincera, composta, però sempre introspettiva e di spessore, ma in questo testo c'è di più è come se avesse aperto una diga e non ci avesse lasciato solo un pezzo di cuore ma anche di anima.
Adoro che sia una serie music e con dei componenti originali, eppure ci racconta di persone comuni seppure nel mondo dei vip music, così come amo i titoli, tutti abbinati che riprendono gli elementi atmosferici e hanno un richiamo al testo, e ancora le citazioni di canzoni iniziali, o quelle che ha ideato l'autrice.
Insomma è una serie da non perdersi.
Tuttavia questa nuova opera era una grande sfida, non è facile scrivere mm soprattutto per chi non l'ha mai fatto, non è facile immedesimarsi ed esser cedibile, però la Rose non solo ci è riuscita ma mi è sembrato li scrivesse da sempre.
Io amo gli mm ma sono ultra mega noiosa, mi aspetta tantissimo da un Romance male to male, l'amore e amore, ma le dinamiche psicologiche spesso sono diverse, mi aspetto di trovare un amore viscerale, anche molto fisico, irruenza e sensibilità fuse allo stremo e qui credetemi c'è tutto: è una storia toccante e dolorosa, ma anche rigenerante e di riscoperta, una storia delicata eppure sa dare una bella scossa alla componente fisica, verace e spontanea, un miscelarsi di psiche e sensi incredibile.
Voglio rassicurarvi su questo romanzo: è a se stante, sono tutti autoconclusivi ma leggendo i precedenti capirete meglio alcuni dei loro trascorsi e come si arriverà a questo punto.

Questa è appunto la struggente storia di Sean e di Darrell.
Sean è da sempre stato gay eppure pur di non essere schernito, bullizzato, picchiato ha sempre dovuto celare quelle parte di sé, i suoi amici lo sanno, così come sanno che è dolce, altruista e sensibile, si e sempre fatto forza aggrappandosi alle corde del suo basso e anche alle spalle del suo fidanzato storico, che però adesso vive in America.
Nel periodo in cui gli unici a esser rimasti soli della band sono lui e Darrell gli si avvicina sempre di più, anche perché il batterista sembra soffrire per l'amore non ricambiato per Daisy, eppure, confessione dopo confessione la delicatezza e genuinità di Sean scaveranno nella maschera di Darrell tirando fuori una parte di lui che ha da sempre rifiutato e sotterrato, ma quando la verità viene a galla è impossibile nasconderla di nuovo e dovranno affrontare le conseguenze, tra relazioni intricate, litigi, delusioni e nuove scoperte, una pioggia salvifica, rigenerante e fresca cospargerà la pelle dei due musicisti per ricordargli quando è bello essere se stessi, senza nascondersi, perché la vera felicità si raggiunge solo ascoltando il cuore.

Con un linguaggio fluido e pacato, Alexandra ci presenta ancora meglio i due protagonisti, personaggi che avevamo già conosciuto, e l'ho ammetto sono sempre stati i miei preferiti, anche Darrell che molti non hanno sopportato io sapevo che sarebbe stata la vera rivelazione, perché sembra impenetrabile invece nasconde un universo, un universo bellissimo di luci e colori.
Sean non si può non amare è la dolcezza e la sensibilità in persona, eppure attenzione mai effemminato o infantile, tutt'altro è maturo e nasconde una passionalità che fa sciogliere.
Darrell lo ammetto è il mio preferito, certo gli altri hanno sofferto, soprattutto Sean per la cattiveria della gente e i pregiudizi, ma credo che non ci sai sofferenza peggiore di non accettare se stessi, di castrare la propria personalità, di sentirsi sempre giudicati, ma quando si aprirà come la corolla di un fiore bagnata dalla sua pioggia argentata, non ci stanno più limiti, Darell si mostrerà come una persona rispettosa e tenera, uomo perché non lo è meno di altri, adoro il suo essere al contempo stuzzicante e scaltro ma super accorto e attento con il suo uomo. Insieme vi regaleranno una vera tempesta che cresce pagina dopo pagina fino a diventare burrascoso temporale che con le sue gocce sanerà le ferite, fino ad abbeverare anche i terreni dei cuori più aridi.

Oltre a loro ovviamente ritroverete il resto della band, a fare da spalla e supporto e scorgere come prosegue la loro vita e carriera.
Questa storia tratta tematiche più comuni come l'amore, l'amicizia, la musica, la carriera e la famiglia, ma tratta soprattutto tematiche importanti e delicate, sociali e culturali, che insegnano e fanno male, ci parla dei giudizi verso la comunità LGBT, della paura di amore a cielo aperto, del bullismo verso il diverso che poi diverso non è, ci parla del timore persino di accettare con se stessi la propria natura per non essere marchiati con un segno e non semplicemente per la persona che siamo, ci parla di una società anche famigliare retrograda e di scelte, fiducia e perdono.

Alexandra ci dona un messaggio esistenziale: non c'è nulla di più bello del sole, che scalda e illumina, avvolge e sostiene, ma c'è anche la pioggia che rinfresca e disseta, che nutre e pulisce, due elementi diversissimi, eppure nulla vieta che possano piacere entrambi, basta che ci faccia stare bene, perché la persona più importante siamo noi stessi.

                                                                e♥ ♥m♥e♥z♥z♥o

SERENA★

giovedì 23 giugno 2022

RECENSIONE " THE SECRET KISS " DI JOEY ELIS

 

TITOLO: The secret kiss

AUTORE: Joey Elis

EDITORE: self publishing

GENERE: new adult

PREZZO: 0,99 ebook - 13,52 cartaceo

DATA: 23 maggio 2022

PAGINE: 501

PERSONAGGI

TRAMA: Quel bacio è più di un segreto tra noi, pensai.

È una maledizione.

È un desiderio.

È un brivido di cui non riesco a liberarmi.

The Secret Kiss

Claire Nicholls ama vivere a Londra. Certo, la luce che filtra dal cielo costantemente plumbeo è una vera maledizione per scattare delle foto decenti, ma per un’aspirante fotografa potrebbe essere una sfida interessante. E niente al mondo può mettere alla prova la tenacia di Claire, che della determinazione ha fatto il suo biglietto da visita più prezioso, insieme a una massa di capelli rossi che le circondano il viso di fuoco vivo.

Ma Claire Nicholls ha anche perso la madre quando era ancora una bambina, e il vuoto lasciato da quell’amore che non ha mai potuto ricevere si è presto colmato di rabbia, dolore e annientamento, portandola a un passo dal baratro.

Quanto è seducente la tentazione di seguire la strada sbagliata, quando si soffre…

Lo sa bene Conrad Lewis. Affascinante, silenzioso, razionale, un genio con i numeri, disposto a fare qualsiasi cosa pur di mantenere segreto ciò che è accaduto la sera della Vigilia di Natale in quel maledetto locale dove era stato trascinato controvoglia.

Ma certi segreti non sono fatti per restare nell’oscurità, soprattutto quando la sorte decide di trascinare Claire via da Londra, per costringerla a condividere il tetto proprio con quel ragazzo sfrontato e terribilmente attraente che sembra rappresentare la fine di tutti i suoi sogni.

Quanto a lungo un segreto può restare nell’oscurità, prima di tornare a bussare alla porta del cuore?

E tu, sarai in grado di non aprire?

The Secret Series

The Secret Kiss #1

LINK D'ACQUISTO: https://www.amazon.it/Secret-Kiss-Joey-Elis-ebook/dp/B0B1QF18MC/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=836OURGA9551&keywords=joey+elis&qid=1656005539&sprefix=joey+elis%2Caps%2C117&sr=8-1

RECENSIONE: 

Buon pomeriggio, Stelline, eccomi con una nuova recensione, per l'ultimo romanzo di Joey Elis, dato che tra pochi giorni uscirà il secondo volume: "The secret touch", oggi vi parlerò del volume primario " The secret kiss", uscito un mese fa.

Come avrete capito l'opera non è autoconclusiva ma non preoccupatevi perché ora non avete più scusanti, potete leggerlo tranquillamente, anche se vi rivelo che era necessario dividere la storia in due tomi, non solo perché corposa, ma è proprio spessa a livello di contenuti ed emozioni, hanno bisogno di dipanarsi con calma, sbrogliarsi e anche il lettore avrà bisogno di prendere un respiro, perché davvero sull'epilogo l'autrice mi ha devastata, ma credetemi che tutta la strada e la sofferenza meritano, perché vi regaleranno un'avventura emozionante e sentita.

Conoscevo già la meravigliosa penna della Elis, l'avevo conosciuta con i suoi storici e trovata stuzzicante, suadente, arguta e forbita, e credetemi che nonostante il clima contemporaneo anche tra queste righe riverbera tutto il suo sapere, il gusto elegante per il classico e l'antico, è una penna calma, soave, eppure così malinconica, l'atmosfera che crea rispecchia in un tutt'uno ambiente, sensazioni e il tormento di confusione e scompiglio che avvertono i suoi protagonisti sulla pelle e fin dentro le ossa e lo stomaco, sentimenti che come petali di rosa dal tocco soave risveglieranno i loro sensi, ma che come le spine di quelle stesse rose punzecchieranno le loro anime irrequiete.

Ho scelto quindi di leggere queste vicende perché conoscevo il talento di questa scrittrice, ma non solo, quando ho letto la trama di questa nuova proposta mi ha calamitato e non mi sbagliavo, perché la storia che mi ha regalato una storia unica, molto scorrevole eppure composta, ricca di sorprese ed eventi, ma soprattutto capitolo dopo capitolo togliendo velo dopo velo ci farà arrivare al cuore di Claire e Conrad, i suoi personaggi principali, e non potrete non affezionarvi, non shipparli e non patire con loro, perché Joey è così come le acque chete che fanno franare i ponti, piano piano scaverà una lacuna fino ad arrivare all'esplosione, non solo come plot twist ma una vera implosione all'interno della vostra mente, che non potrete fare a meno di volere immediatamente il secondo volume.

Vi avverto la storia è abbastanza lunga, ma ogni riga merita la vostra attenzione, questo stile è proprio della scrittura dell'autrice per farvi immedesimare, per farvi ambientare e anche per creare un'attesa sfiancante finché non vedrete sbocciare davanti ai vostri occhi un vero roseto di sentimenti, che verranno bersagliati da una pioggia di neve gelida e corrosiva.

La storia ha tutte le sfumature del New adult, qualche pizzico di tensione, di sofferenza e di hate to love, seppure per nulla classico, e anche una punta di spicy molto contenuta eppure che non potrete non avvertire sobbollire sotto l'epidermide.

Il titolo in qualche modo rimanda a dove è iniziato tutto ma durante lo sviluppo della narrazione capirete che quel secret è una vera parola chiave perché molti saranno i segreti e non solo, ci sono i non detti, l bugie e le omissioni, le macchinazioni e le rivelazioni.

Questa è l'integrante storia di Claire e Conrad.

Claire ha perso tanto nella vita ma ne ha guadagnato in forza e determinazione, indomita come la sua chioma ama perdersi dietro l'obbiettivo, perché lei ha sempre saputo guardare oltre, nonostante sia tenace e battagliera è anche tanto sensibile e ormai ha imparato a bastare a se stessa. Per questo non era preparata al terremoto emotivo di nome Conrad Lewis, aveva già rischiato di perdere la rotta non può permettersi altri sbagli, ma Conrad con i suoi modi composti ma seducenti le ruberà un bacio, mille battiti e infine la ragione.

La situazione però è più complicata di così, si troveranno a convivere, hanno due caratteri che fanno a pugni, ma un segreto, o forse molti di più li terranno uniti fino a divenire indivisibili.

Finché il destino, la cattiveria e i progetti non si metteranno in mezzo, e per nascondere quei segreti e proteggere la rosa piantata in quei cuori delicati dovranno prendere delle decisioni...

Care lettrici, io non vi svelo altro, vi ho già detto quanto sia unica la scrittura di Joey, dal linguaggio curato, preciso e dettagliato, tra particolari e quotidianità, così come la sua capacità di sfiorare fino a lasciare un'impronta nel petto, ma non vi ho ancora detto quanto sono speciali Conrad e Claire.

Lei è un concentrato di forza e vulnerabilità, una scorza dura che nasconde un animo dolce e altruista, un cuore buono che rischia di essere calpestato. 

Conrad è fantastico, con semplicità ha creato protagonisti unici ma cedibili, lui è un genio, eppure bellissimo e che passione sotto alle camicie e a quegli occhiali, mamma mia, quando si abbandona agli istinti spazzerà via ogni razionalità.

Ho adorato il loro scontrarsi e allontanarsi, sforzarsi e conoscersi, fino a giungere a non poterne più fare a meno, mi hanno davvero fatto pensare a due anime gemelle osteggiate dal fato ma destinate a stare insieme.

Tra loro personaggi secondari super interessanti, chissà se ci svelerà di più anche su di loro, fanno da cornice eppure sono essenziali.

Un romanzo che nella sua quiete turbolenta tratta anche tematiche importanti come la perdita, la malattia, l'abbandono, l'adolescenza, il bullismo, le dipendenze, i rapporti con genitori e coetanei.

Un romanzo introspettivo che strappa sorrisi e lacrime, una storia sentita e l'inizio di un cammino che credo sia solo l'inizio della bufera che ci aspetta nel secondo volume.

L'autrice con sapienti pennellate ha delineato un quadro dipinto con colori caldi e struggenti, accompagnata da note tremanti e palpitanti, adesso, non mi resta che fiondarmi sul seguito, lo ammetto, mi aspetto tantissimo, quindi, ci vediamo presto per il nostro confronto!

                                                                          e♥ ♥m♥e♥z♥z♥o

SERENA★      

martedì 21 giugno 2022

RECENSIONE IN ANTEPRIMA " THE BEST PLAYER " DI IRENE CATOCCI

 


TITOLO: The best player

AUTORE: Irene Catocci

EDITORE: self publishing

GENERE: sport romance

DATA: 21 giugno 2022

PERSONAGGI: Ebony e Louis

TRAMA: LOUIS

Finire gli studi possibilmente con il massimo dei voti, diventare un giocatore della NFL e non buttare tutto in fumo.
Questi sono i miei capisaldi per uscire indenne dal college.
Almeno prima di incrociare gli occhi della ragazza arcobaleno e mettere in discussione ogni mio schema di gioco.
Ebony mi tenta con i suoi modi schietti e senza giri di parole, mi attrae, mi fa diventare pazzo e mi disorienta con il suo sguardo sprezzante.
Sono il quarterback della Ohio State, il dio guerriero che fa impazzire la folla e le groupies a caccia.
Quando gioco sono una macchina da guerra: inarrestabile, spietato, incontrastato.
Sono stato addestrato a tenere sotto controllo le emozioni e non fallisco mai, tranne che con Ebony Cloutier, la figlia del fisioterapista della squadra, perché quando la guardo negli occhi mi perdo in un mare di tormento.
Mi chiamano il 𝓁𝑒𝑜𝓃𝑒 𝓇𝑜𝓈𝓈𝑜, ma davanti a lei divento un gattino infreddolito e questo è un dannato problema.

EBONY

Lo odio!
Louis Kemper è vanesio, pomposo e quando attraversa una stanza è come se l’universo implodesse.
Lo odio per come mi guarda, per le cose che mi dice e per come mi fa sentire.
Dovrei stargli alla larga perché è il giocatore di football più ambito del campus e ogni sua parola è una bugia, ma come faccio a far smettere il mio cuore di battere all’impazzata appena è nelle vicinanze, visto che frequentiamo lo stesso corso di biologia?
Questo è davvero un problema da risolvere.

RECENSIONE: 

Buon pomeriggio, Stelline, eccomi qui con una nuova recensione, e... rullo di tamburi, in anteprima, per l'ultimo nuovissimo romanzo di Irene Catocci, dal titolo "The best player".
Già dal titolo e dalla cover, semplici ma veramente inquadrati nella categoria, potreste ben capire il target di riferimento, ebbene sì, Irene finalmente ci regala un meraviglioso sport romance, non solo, possiamo aggiungere social romance, interracial e soprattutto college Romance, dalle note seducenti, adrenaliniche ma anche molto profonde.
Sapete ormai che adoro, no aspettate, stra adoro Irene, galeotto fu il suo primo romanzo che lessi e da quel momento mi ha dovuto sopportare ad ogni uscita, con i miei scleri o meglio deliri, ma voi sapete ormai che sono noiosa e la Catocci invece con la sua penna è riuscita a scavare un solco nel mio animo con le sue storie sofferte e particolari, istintive e suadenti, aggressive e dolcissime, con il suo mix di dolce peccato e innocente perversione che non ho più saputo abbandonare, abbinato a una penna che come quella di un tatuatore lascia segni sulla pelle, incuneandosi con il suo ago fino al cuore. 
Irene e la mia best author, una regina dei romance in tutte le declinazioni, veramente ne ha per tutti i gusti, ma tutti sono accumunati da talento, sentimenti, originalità, studio e tematiche sempre peculiari e forti in qualche modo. Inutile dire che è una delle poche scrittrici che leggo e rileggo, di cui leggerei perfino gli scontrini, una di quelle di cui sono diventata dipendente, potrei dire di conoscere a occhi chiusi il suo stile, di sapere quasi a memoria le sue storie, eppure ogni volta non mi stanca mai, e mi colpisce con una pugnalata che provoca brividi sulla pelle, scosse nel ventre, battiti impazziti e spirito dilaniato, perché anche dove potrebbe essere più semplice lei mi strazia e ricompone, io non so se sia consapevole della potenza della sua penna ma vi posso assicurare che ha un dono: prendi un suo romanzo, ci cadi dentro, ti perdi e ti ritrovi, e così all'infinito in eterno.
Ha scritto tantissimo e di tutto, dal fantasy agli mm, dallo young al forbidden, e ancora molto altro e adesso dopo essersi dedicata in parte, e pure da poco, alla serie royal, arriva con una novità fresca, frizzante e travolgente, uno sport Romance che rispetta perfettamente tutti i requisiti del trope.
Irene mi piace un sacco, ma sapete anche quando sia fissata con gli sport romance, così mi aspettavo di tutto di più e lei dai primi capitoli mi ha dato quasi l'idea di avere scritto da sempre sport romance, mi ha ricordato alcune Autrici americane per le quali impazzisco ma non voglio fare nomi per evitare paragoni, però in questa storia c'è tutto: personaggi delineati alla perfezione e particolari, una storia originale tra studio, imprevisti, sogni e ferite, sesso, alcol, feste, amici, nemici e famiglie strane, o forse bisognerebbe dire normali.
Irene Catocci ci regala una storia fluida e intrigante, bella corposa ma che va giù liscia come un tè freddo in queste giornate afose, anche se preparatevi un bel ventilatore perché il testosterone e gli ormoni schizzeranno a mille tra le sue righe.

Questa è la vicenda racconta con partecipazione e irriverenza di Ebony e Louis.
Louis ha un unico obbiettivo, finire al meglio l'anno per dedicarsi alla sua carriera da giocatore professionista di football, ovviamente le donne dal quadretto sono escluse, o meglio vanno bene solo quelle occasionali, sfogo e vanto, ma mai distrazione.
Questo finché non capisce che quella ragazza che ha notato da un po', la sua ragazza arcobaleno, non è come le altra e sarà impossibile togliersela dalla testa. Perché lei non è solo bellissima, gli ricorda il suo passato e qualcuno di importante, la stima e la ammira, ama la sua determinazione, il rispetto che ha di sé, la sua schiettezza, peccato che lo guardi come merce usata.
Lui è il re del college, sul campo e nei corridoi, se lo chiamano Leone Rosso c'è un motivo, però davanti a lei tutta la sua ferocia va a farsi benedire, si sente come uno sfigato alla prima esperienza, perché da un certo punto di vista lo è: non ha mai provato per nessuna nulla del genere.
Ebony pensa solo ai suoi progetti, non si fida di nessuno, soprattutto degli atleti convinti e superbi, e Louis è uno di loro, eppure sembra essersi fissato con lei? Per una scommessa? per volontariato? Di certo lei non cederà, è solo un bugiardo manipolatore, che usa le ragazze, si sballa e non ha nulla nel cervello se non muscoli, eppure parola dopo parola lui si insinuerà nella sua mente, farà di tutto per non pensarci ma diverrà peggio di un tarlo, perché lui la guarda come nessuno, la rispetta, la sostiene e al contempo la tenta e la eccita, lezione di biologia dopo lezione, per una serie di eventi inaspettati e vicende coinvolgenti si troveranno a essere molto di più che compagni di corso.
Louis conquisterà il cuore di ghiaccio della sua Green Pace? ed Ebony così agguerrita nell'attivismo e nella lotta per l'ambiente continuerà a dare battaglia anche al suo stesso cuore per ignorare le emozioni?

Care Stelline, vi hanno incuriosito gli sviluppi di questo libro strutturati in crescendo? Spero di sì, in effetti da un certo punto di vista è molto slow Born eppure non ha punti morti, è un continuo di scoperte, tentazioni, botta e risposta, dialoghi e descrizioni, pensieri e riflessioni.
Ho adorato entrambi anche se... beh lui è lui.
Ebony mi è piaciuta tantissimo originale e spigliata nel suo mondo di attivismo, ambiente e veganismo, aspetti che ho adorato, al tempo stesso ha delle fragilità famigliari, nei rapporti con gli altri anche nel suo fisico, lei è bellissima ma anche vulnerabile, fallace dato che ha molti pregiudizi sul mondo del bel quarterback, ma chi non ne ha?
Dall'altro lato Louis, scoprirete un universo che non voglio svelarvi, però ho adorato il suo amore per lo sport, il sacrificio e la dedizione, lo sport non è solo una passione ma un àncora, così come il suo essere troppo affascinante eppure romantico e dolce senza esagerazione, lui la rispetta, la sostiene la ascolta, lotta per lei e non si arrende come durante le partite.
Irene ci ha regalato il sogno, quando immaginiamo il bello della scuola, che si innamora della ragazza diversa, perché ci fa capire che alla fine tutti portano una corazza e lui è semplicemente un ragazzo come gli altri con gusti, sbagli e soprattutto un cuore.

Oltre a loro amici e nemici, ammetto che spero di conoscere non presto, di più, la storia di Theo, mi ha fatto perdere la testa, e secondo me ci sono anche parecchi indizi sul suo percorso.
Irene gioca i suoi assist con protagonisti fuori dagli schemi ma mai ridicoli, con una storia che con un linguaggio giovanile e curato non parla solo di sport e college, tra l'altro trattati il giusto e molto bene, ma parla anche d'amore, famiglia e amicizia, scelte e sacrifici, errori e crescita, fiducia e perdono.

Con le sue parole, attraverso le loro gesta, ci ricorda che dove c'è amore e sacrifici non esiste limite ai sentimenti, e soprattutto che ogni famiglia è unica, si può sbagliare e ferirsi ma anche migliorare e perdonarsi, perché siamo umani.

Adesso, care Stelline, lascio a voi la lettura di Molotov e il suo Mr Boombastic, io aspetterei qui in un angolino domandandomi: quale sarà la prossima uscita a sorpresa di Irene?

SERENA★


lunedì 20 giugno 2022

RECENSIONE " IL TESTIMONE DELLA SPOSA " DI CHIARA VENTURELLI

 

TITOLO: Il testimone della sposa

AUTORE: Chiara Venturelli

EDITORE: self publishing

GENERE: friends to lovers

PREZZO: 1,99 ebook - 12 cartaceo

DATA: 24 maggio 2022

PAGINE: 279

PERSONAGGI: Lily e Adam

TRAMA: “La mia migliore amica si sposa oggi. Io sono il suo testimone e sono innamorato di lei.”

Adam ha scelto di seguire la carriera, trasferendosi lontano per cinque anni, ma ha sempre rimpianto di aver abbandonato la sua migliore amica Lily. Al suo ritorno, si illude di poter riallacciare il vecchio rapporto e si ritrova invece ad accettare di farle da testimone di nozze. Starle vicino durante i mesi di preparativi lo metterà a dura prova, in tutti i sensi.

Lily ha raggiunto un equilibrio, tra lavoro e vita privata, accanto a un uomo intransigente che ha già pianificato il loro futuro. Occuparsi dei preparativi dovrebbe rappresentare il banco di prova della sua attività di organizzatrice di eventi.

Non ha però fatto i conti con la presenza di Adam e con l’antica cotta che sembra riaffiorare nei momenti meno opportuni, com’è successo anche in passato.

La loro amicizia è sempre stata destinata a rimanere tale, non essendo mai rimasti entrambi single nello stesso periodo.

Questo sarebbe il momento peggiore per accorgersi di provare più che affetto l’uno per l’altra, a meno che…

“Se qualcuno è contrario, parli ora o taccia per sempre”. Il testimone parlerà?

«Certo, ti accompagno volentieri alla prova dell’abito.» Prima bugia.

«Non sono lo sposo, sono il testimone. No, non sono il fratello, sono il cugino.» Seconda bugia.

«Ti sta molto bene.» Terza bugia.

Molto bene era riduttivo, era bellissima e mi si annodò lo stomaco. Ero solo emozionato per lei, ero felice all’idea di esserle accanto nel suo grande giorno. Quarta bugia.

CONTEMPORARY ROMANCE AUTOCONCLUSIVO

Spin-off di "Sarà per la prossima volta"

LINK D'ACQUISTO: urly.it/3p3m0

RECENSIONE: 

Buon pomeriggio, Stelline, eccoci con una nuova recensione di un romanzo che è stata davvero una coccola per cuore, mente e anche per gli occhi, dato che è scritto divinamente.

Sto parlando di "Il testimone della sposa" di Chiara Venturelli, uscito quasi un mesetto fa, che ho avuto l'immenso onore di leggere in anteprima e il piacere di leggere due volte, e di questo ringrazierò sempre la disponibilità di Chiara, che non è solo un'autrice eccelsa ma rimane sempre umana e umile verso i suoi lettori, la adoro non solo per il suo talento ma anche per come si pone, valori che traspaiono sempre anche dalle sue graziosissime opere.

Sapete oramai che leggo la Venturelli dagli albori, e ogni suo romanzo è al contempo rinnovamento e scoperta, ma anche ritrovo: ritrovo la sua scrittura formidabile e inimitabile, i suoi personaggi sui generis, unici eppure comuni e semplici, ritrovo il suo amore per i Friends to lovers, per i battibecchi, gli equivoci, i sottintesi divertenti, e ancora i crossover, gli spin-off e i dispensatori, ormai questa scrittrice per me ha un marchio di fabbrica che la rende unica, eppure ogni volta sa rinnovarsi, e rinfrescarci con la sua freschezza e immediatezza.

Chiara per me è un'autrice perfetta per ogni stagione, d'inverno è una coccola dolce e calda, che scalda più di un tè fumante o di un plaid con la sua tenera romanticheria, d'estate è una brezza frizzante e spensierata, capace di rinverdire anche le giornate più afose, questo sempre grazie a un compendio perfetto di storia, personaggi e stile, dal linguaggio diretto, curato, senza esagerare mai in nessun frangente.

L'autrice con la sua calma irriverente sa arrivare allo spirito del lettore, per abbracciarlo eternamente senza soffocarlo.

Chiara Venturelli per me è l'eccezione che la rendono speciale, solitamente io amo le storie forti, che fanno disperare, anche tristi a volte, con una buona dose di Eros, e ancora dettagli e particolari a fiumi, Chiara non che sia da meno ma questo non è il suo target, lei e fautrice di commedie romantiche, dolci, divertenti, mi ricorda le commedie rosa di Julia Roberts e Richard Gere per esempio, così come la sua attenzione al particolare, si focalizza su dettagli ed elementi unici, eppure per esempio città, personaggi, sono, a parte alcune eccezioni, modulo sfumati, e non per disattenzione, volutamente, ed ecco dove sta la magia di Chiara, una dote irripetibile: lei con poco riesce a fare immaginare universi, riesce a dipingere un quadro vivido nella mia mente, riesce a farmi arrivare le emozioni precise, sentite e intense senza perdersi in svolazzi, se non è unica ditemi cos'è?!

Oltre a tutto ciò la Venturelli ci narra sempre vicende seppure romanzate e con la lente focalizzata sull'aspetto sentimentale, molto quotidiane, in cui rispecchiarsi, rivedersi e cercarsi, in cui immaginarsi, immedesimarsi e con le quali sognare, di racconta l'amore, l'amicizia e la famiglia, il mondo lavorativo e i sentimenti che si affrontano nell'avventura dell'amore che diviene un viaggio di vita esistenziale.

Tutto ciò l'ho ritrovato ancora una volta, e forse ancora più tratteggiato e definito in maniera potente in questo nuovo scritto, a mio avviso uno dei più coinvolgenti di Chiara, un romanzo che si divora e di cui ogni parola rimane impressa nelle retine e custodita nel cuore per ogni suo più piccolo ma peculiare risvolto.

Il romanzo in questione non è un semplice Friends to lovers, categoria amata da Chiara, e da me con lei, ma ha anche un pizzico di office, di wedding, contemporary e ancora slow Born e angst che tiene tensione e adrenalina a mille, e un pizzico di rosa, di rosso passione e di giallo gelosia.

Inutile dire che la cover e il titolo sono lo specchio del contenuto, raffinato ed elegante, però forse non tutti sanno che si tratta di uno spin-off, a sua volta di uno spin-off, a sua volta di uno spin-off, no non è uno scioglilingua e non abbiate paura di perdervi, perché sono tutti autoconclusivi, semplicemente Il testimone della sposa è uno spin-off di  Sarà per la prossima volta, dove già avevamo avuto il piacere di intravedere Adam, e tra questi nuovi capitoli per chi aveva amato Tristan, vabbè come non amarlo, e la sua Lauren, troverà uno spaccato davvero appagante, quasi un bonus track che davvero è la panna montata sul gelato.

Come avrete capito questa è la storia di Adam e Lily, se volessimo riassumere potremmo dire che sono amici fin da bambini, forse c'è molto di più e adesso lei si sta per sposare, e non di certo con lui, anzi lui sarà il suo testimone. Ma tra loro c'è molto di più, perché Adam deve farsi perdonare: se n'è andato per inseguire la carriera e l'ha lasciata indietro come carta straccia, eppure non l'ha mai scordata, anzi, e adesso vorrebbe che tutto fosse come prima ma gli anni passano, i sentimenti si trasformano e i ricordi diventano labili, la rabbia rimpianto, ma soprattutto volenti o nolenti bisogna andare avanti, e Lily ci è andata con Dominik.

Con il ritorno di Adam, tutte le sue labili certezze crolleranno davanti a sensazioni che affioreranno per farle battere il cuore come non succede per il suo futuro sposo.

Adam si accorge di provare qualcosa quando è troppo tardi, del resto lei sta organizzando il suo matrimonio, addirittura lo rende partecipe di scelte e programmi, lei del resto si ostina a sotterrare le farfalle che svolazzano a solo sentire il profumo di Adam o alla vista della sua pelle, ormai è tardi non può tornare indietro, d'altronde lui non sembra neppure interessato. E se invece vedesse uno spiraglio, se per loro non fosse troppo tardi? Cosa accadrebbe?

Care Stelline, io mi fermo qui, però non posso non dirvi quando abbia amato i due protagonisti, lo ammetto soprattutto lui. 

Lily è dolce, solida e determinata, non si fa mettere i piedi in testa eppure è una donna con le sue insicurezze, tuttavia ho adorato il suo essere matura, prendersi le sue responsabilità, riflettere e comportarsi da adulta.

Di Adam ho adorato tutto, perché lui non è il solito piacione, è rispettoso, solido, sensibile, eppure non perde mai in fascino, e sa anche essere simpatico e vulnerabile, impagabili i siparietti con Tristan.

Oltre  a loro infatti verrete abbracciati da un cerchio vario ed eterogeneo di personaggi secondari, a mio avviso ha lanciato l'amo su una possibile coppia futura ma ci sapremo ridire, così come è stato indimenticabile l'epilogo: completo, intenso, romantico, sul filo del rasoio e seducente, non solo per una coppia bensì per due, ma non spoilero altro!

Con una scrittura perfettamente equilibrata tra dolcezza e piccantezza, ansia e tormento, flashback e intrecci attuali, in un dipanarsi di amicizia, famiglia, sentimenti, vita professionale, viaggi e ancora preparativi e addii al nubilato, Chiara Venturelli ci trasporta nella meraviglia dell'evoluzione di un rapporto nato come amicizia ma destinato a sbocciare in un sentimento pulsante, trascinate e sfaccettato: l'amore, un amore tenero ma anche con una sana dose di hot, profondo e serio ma con un pizzico gustoso di spasso e dialoghi irriverenti e genuini.

Se cercate un libro dove l'equilibrio tra i giusti è perfetto, come in una torta al cioccolato dove si sente l'intensità del cacao ma anche la soavità tenue della vaniglia, direi che Adam e Lily vi aspettano per organizzare un matrimonio, di chi? questo sta a voi scoprirlo.

Io intanto lancio scommesse sul prossimo dispensatore!


SERENA★



RECENSIONE IN ANTEPRIMA " SHE'S MY TROUBLE " DI ANGELA CONTINI

 


TITOLO: She's my trouble

AUTORE: Angela Contini

EDITORE: self publishing

DATA: 20 giugno 2022

RECENSIONE:


SHE'S MY TROUBLE🌸

Eccomi qui a parlarvi di una commedia romantica che dosa alla perfezione divertimento, tensione e romanticismo.

⚠️ATTENZIONE: è una novella della serie SHE'S e deve essere letta dopo il terzo volume, altrimenti ci si imbatte in un sacco di spoiler che guasterebbero la lettura dei romanzi. 

Tra Napoli e Seoul, i nostri protagonisti sono alle prese con i preparativi del MATRIMONIO... sempre che riescano ad arrivarci 😅

🚫Marika e Yeol si trovano davanti alcuni OSTACOLI imprevisti. Zie impiccione, ex invadenti, incomprensioni e dubbi. Al di là delle divergenze culturali, c'è pure una differenza caratteriale che non rende semplice la loro comunicazione.

👩🏻‍🦰MARIKA vi farà schiattare, anche nei momenti più critici esce fuori la sua "napoletanità". Quando rinfodera gli aculei, però, dimostra di possedere anche lei un cuore tenero 💕

👦🏻YEOL vi farà innamorare. Finalmente un protagonista maschile dolce e sensibile, ma anche simpatico e sensuale. C'è un passaggio che mi ha commosso 🥺 Insomma, l'uomo ideale.

❤️L'AMORE risolve ogni problema? Lo scoprirete... leggendo questa novella. Vi aspettano risate, arrabbiature e scioglimenti di cuore. Come succede ai nostri protagonisti 🥰


"Quando il tempo passa e l’amore da germoglio diventa pianta, perché dia frutti, ha bisogno di cure e nutrimento."


🌸PS.Per avere qualche indizio extra, date un'occhiata alla RECEN-CARD nelle stories di Kiara questo venerdì.


KIARA🌸



venerdì 17 giugno 2022

RECENSIONE IN ANTEPRIMA " UNA VITA NORMALE " DI DIANA D.P.

 

TITOLO: Una vita normale

AUTORE: Diana D.P.

EDITORE: Triskell Edizioni

GENERE: Mm

PREZZO: 4,99

DATA: 17 giugno 2022

PAGINE: 343

TRAMA: Kevin Graves è un grafico giovane ma già molto insofferente e a disagio con se stesso. Lavora per una grossa agenzia pubblicitaria di Los Angeles e la sua divisione è composta da cinque persone. Ha dei buoni rapporti con tutti, eccetto che con Noah Cooper, un collega coetaneo che non potrebbe essere più diverso da lui.

Kevin è intollerante e sarcastico nei suoi confronti, appare quasi disgustato dalla personalità di Noah e infastidito dal fatto che non faccia niente per nascondere la propria omosessualità. Noah, dal canto suo, sembra perfettamente a proprio agio e non perde occasione per flirtare e divertirsi; non sempre però riesce a ignorare le pessime battute di Kevin.

I loro battibecchi raggiungono, a volte, livelli così eccessivi che persino il calmo e maturo team leader, Patrick Foley, finisce per spazientirsi e posizionare le loro scrivanie ai lati opposti dell’ufficio. Forse è arrivato il momento di trasferire Kevin in un’altra divisione, lontano da Noah. Ma è quello che Kevin desidera?

Si può davvero trovare un equilibrio se non si è onesti con se stessi e con le persone che sostengono di amarci?

LINK D'ACQUISTO: https://www.amazon.it/Una-vita-normale-Diana-D-P-ebook/dp/B0B15N7NYJ/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=QU4MJZGDX9IY&keywords=diana+dp&qid=1655463429&sprefix=diana+d%2Caps%2C343&sr=8-1

RECENSIONE:

Ormai conosco e apprezzo la penna di Diana DP e prima ancora di leggerla so che mi aspettano un profondo scavo psicologico dei personaggi ed emozioni di tutti i tipi (si soffre e si ama, insomma). "Una vita normale", quinto volume autoconclusivo della serie Time, non fa eccezione. Potete leggerlo separatamente dagli altri, ma vi domando: perché privarsi di letture appassionanti e indimenticabili? Tanto vale partire dal primo romanzo!


Cosa si intende per vita normale? Kevin è cresciuto in una famiglia americana tradizionalista (per essere buoni), conservatrice, bigotta e dalla mentalità ristretta. Essere "normale" per lui acquista un peso specifico che ne definisce il futuro: calcare le orme paterne per quanto riguarda la scelta degli studi, occupare un posto apicale nell'azienda di famiglia, sposare una rampolla repubblicana e replicare lo standard di vita imposto dalla famiglia. Peccato che Kevin avverta dentro di sé pulsioni differenti. Adora la fotografia, il disegno e, a dispetto della fama da giocatore di football playboy, è attratto da un ragazzo, Noah. Cerca di non mostrare il suo interesse, tenta di preservare la sua immagine di giovane ricco, etero e appagato dalla propria vita. Peccato che sotto la maschera si celi tutt'altro.


"Ero cresciuto in un ambiente che mi aveva inculcato quanto fosse sbagliato essere gay."


Noah è un ragazzo particolare, domina la scena con luci e colori ed è spesso vittima dei bulli omofobi della scuola. Ciononostante, non si piega alle imposizioni della massa, che lo vorrebbe omologato alla maggioranza. In realtà, a parte l'aspetto esteriore eccentrico, è già un ragazzo simile a tutti gli altri. Normale, appunto. Studia, coltiva le sue ambizioni, ha storie sentimentali e soffre quando non è accettato. Non nego che mi sarebbe piaciuto leggere il suo POV e dopo i primi capitoli ho temuto che alla fine mi sarebbe mancato qualcosa. Devo invece ammettere che non era necessario ai fini della storia né delle emozioni. Certo, avrei gradito conoscere i pensieri di un personaggio così luminoso e positivo come Noah, ma forse mi avrebbe abbagliato al punto da non apprezzare la psiche più oscura, contorta e fragile di Kevin. E in effetti, lui ha costante bisogno dell'appoggio e della comprensione del lettore, per tutto il romanzo.


"Non posso fingere di essere un'altra persona solo per far piacere agli altri."


Non si cresce in un giorno, né si cresce perché lo stabilisce l'età che avanza. Soprattutto, è difficile maturare quando non si hanno punti di riferimento validi, esempi da seguire, persone che credono in te e ti amano in maniera incondizionata. Il percorso di Kevin pare non evolvere mai, eppure a piccoli e quasi impercettibili passi riesce a capire di desiderare un futuro diverso da quello prestabilito dalla nascita e di non essere solo. Di poter contare su amici e affetti veri. Ho adorato il suo legame con Russell, una sorta di fratello maggiore che parla in modo aperto e franco, incurante di sfiorare l'insulto. E anche la presenza silenziosa ma costante e solida di un'amica come Anne. Senza di loro, probabilmente Kevin sarebbe ancora lì, a vivere la sua "vita normale", infelice, arrabbiato e ricco di denaro... ma non di amore. 


"Ho avuto paura per tutta la vita, ma adesso mi sembra di aver perso troppe occasioni per essere felice."

KIARA🌸